QI GONG PER TUTTI

Mi chiamo Federico e ho fatto conoscenza con il Qi gong al centro Radici del Cielo all’incirca 3 anni fa. In questo spazio di pratica e ricerca mi è stato insegnato che ogni cosa che trasmettiamo è tanto più vera e sentita quanto viene da una esperienza personale e quindi ho deciso di scrivere questo breve articolo partendo da me e dalla mia esperienza con il Qi gong.

In questi tre anni ho letto molto, praticato molto e mi sono informato riguardo al Qi Gong, questa antica pratica cinese, da me prima totalmente ignorata, che ha tante sfaccettature quante ne possiede una pietra preziosa. Tantissimi parlano di questa pratica in modi molto diversi ed è naturale essendo una disciplina millenaria che si è estesa recentemente in tutto il mondo e che nei secoli è stata declinata in molti modi: arte marziale, pratica curativa, disciplina spirituale ecc ecc.
Ma cosa realmente il Qi Gong può darci oggi, in italia nel 2019? Che valori, che benefici e che stimoli può apportare? In che modo può farci crescere e riflettere?

I valori trasmessi sono molti:
Ci sprona a rallentare il ritmo ormai frenetico delle nostre esistenze e a concentraci sulla sacralità della nostra vita e del tempio che è il nostro corpo;
Ci invita a prestare attenzione al respiro, motore primo di ogni nostra azione e della nostra vita, portatore di attività, sempre cambiante e vitale, sempre fresco e innovatore;
Ci fa prendere consapevolezza di realtà più sottili che permeano le nostre vite, di come non si esaurisce tutto nel meccanicismo che la scienza oggi ci impone ma dei molti misteri che rivestono il creato e noi stessi a partire dal primo, miracoloso, atto della nascita.

Insomma l’elenco potrebbe essere ancora molto lungo ma questo scritto non vuole essere una descrizione delle pratica del Qi Gong che vi invito a scoprire personalmente, ma bensì il perchè l’ho trovata preziosa e ha cambiato il mio modo di vedere il mondo.
Guardando su internet quello che traspare subito è la strepitosa profondità di questa disciplina: molti insegnanti ne descirvono i complicati meccanismi , le infinite tecniche per praticarla, i numerosi benefici fisici e spirituali ecc, ma ciò che io trovo di reale valore è qualcosa che a prima vista appare opposto a tutto questo ovvero il carattere “popolare” e universale che essa ha.

Il Qi Gong è “trasversale”, può essere praticato tanto dal saggio alla ricerca dell’illuminazione, quanto dall’artimarzialista che ricerca la perfezione nello scontro e anche da quelli come me, persone comuni che vogliono approfondire il rapporto con il loro corpo e la loro interiorità; la praticano i bambini divertendosi ad imitare le forme degli animali; lo praticano gli anziani per mantenere attivi i loro corpi e liberarli dai blocchi portati dall’invecchiamento.
Insomma, il Qi gong unisce, perchè non solo può essere praticato da tutti in modi diversi ed adatti a ciascuno ma perchè nella pratica collettiva trova il suo massimo valore, crea connessione, scambio e rafforza quel legame che tutti sentiamo in quanto appartenenti a questa vita, parte di una unità perfetta.

Ringrazio dunque infinitamente chi ha cercato e cerca di trasmettere questi valori unificanti e invito chiunque senta curiosità verso questa ricerca ad avvicinarsi per scoprire quali benefici ne può trarre.

Grazie.
Federico, Marzo 2019.